Accordo Agenzia delle Entrate-Riscossione per emergenza Coronavirus

Firmato il giorno 30/3/2020, tra AGENZIA DELLE ENTRATE-RISCOSSIONE e FABI, FIRST-CISL, FISAC-CGIL e UILCA, l’accordo per gestire nel settore della Riscossione l’emergenza Covid-19

Le Parti firmatarie dell’accordo del 30/3/2020, partendo dalla consapevolezza della grave situazione che si è creata per il diffondersi del virus COVID-19 e dalla necessità del rispetto delle misure emesse dalle istituzioni a contenimento dell’emergenza, prendono atto che:
– il quantitativo di ferie e permessi banca delle ore non goduti relativi ad anni pregressi accumulato da lavoratori e lavoratrici dell’Ente registrava, al 29 febbraio 2020, il considerevole numero di 44.145 giornate di ferie e un quantitativo di banca delle ore equivalente a 20.544 giornate;
– la persistenza di tale residuo di arretrati non si concilia con l’esigenza di garantire la fruizione delle ferie di competenza 2020 che verosimilmente dovrà calarsi in un contesto nel quale, cessata l’emergenza, tutto il personale sarà chiamato ad un impegno significativo coerente con la ripresa delle attività di competenza dell’Ente;
– l’utilizzo di ferie e permessi residui rappresenta lo strumento da adottare per fronteggiare, in questa fase, la graduale riduzione dei carichi e delle attività lavorative e può costituire, inoltre, un’opportunità per le situazioni per le quali risulta particolarmente critico lo svolgimento della prestazione in lavoro agile.
Premesso che i DPCM emanati per l’emergenza, hanno raccomandato ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi congedo ordinario e di ferie. le Parti, per gestire la fase emergenziale, così come delineata in particolare dal DL n.18/2020, confermano la volontà di ricorrere:
– prioritariamente al lavoro agile, come strumento lavorativo da adottare in via ordinaria per evitare la diffusione del contagio, anche migliorando l’efficacia delle modalità operative;
– al mantenimento di una limitata presenza fisica in azienda dedicata esclusivamente alle attività essenziali,non differibili nel tempo;
– alla fruizione entro la data del 30 aprile 2020 delle ferie e dei permessi banca ore maturati al 31 dicembre 2019, salvaguardando la dotazione dell’anno in corso.